Centrifugato bomba C or Centrifuged bomb vitamin C

Cucinato da Barbara
Con questo centrifugato farete veramente il pieno di vitamina C, tanto utile in questo periodo!
With this, you really do the "full" of vitamin C, so useful in this period!


Per realizzare ottenere 700ml di questo salutare centrifugato bomba C vi occorreranno:
3 kiwi
2 arance pelate a vivo
1 pompelmo pelato a vivo
2 limoni pelati a vivo
3-4 rametti di prezzemolo
zucchero di canna

Sbucciare i kiwi, tagliare a pezzi la frutta e mischiarvi le foglie di prezzemolo. Passare tutto nella centrifuga e servite con uno o due cucchiaini di zucchero di canna.


Pan di banane or Banana bread

Cucinato da Barbara
Dopo il profumatissimo Pan d'arance ho provato anche la deliziosa ricetta dello Chef Montersino, un ottimo Pan di banane, perfetto per la pausa caffè, per la colazione o per la merenda o per ogni volte che avete voglia di qualcosa di dolce!
Since I had already made ​​the excellent and fragrant orange bread, I decided to try the delicious recipe of Chef Montersino for a great banana bread, excellent together a cup of coffee or for a snack!


Per preparare il pan di banane ho utilizzato:
250 g di banane pulite
200 g di zucchero semolato
250 g di farina 170W Garofalo
120 g di uova
60 g di olio di semi di girasole
30 g di latte intero
10 g di bicarbonato
7 g di sale
2g lievito per dolci
100 g di cioccolato in gocce

Tagliate dapprima a rondelle poi riducete in crema nel cutter le banane già pulite e sbucciate, insieme allo zucchero. Continuate aggiungendo gli ingredienti liquidi (latte, le uova e l'olio di semi) a filo e poi la farina, già setacciata con il lievito, il bicarbonato ed il sale.
Togliete dal cutter ed aggiungete le gocce di cioccolato e poi mettete il composto ben amalgamato in uno stampo da plum cake (io ho utilizzato quello per piccoli cake della Pavoni), fino a riempirli per 3/4 della loro capacità.
Infornate a 160°C per 20'.
Lasciate raffreddare nello stampo prima di sformare e servire!

Super Juice alla lattuga or Lettuce super juice

Cucinato da Barbara
La ricetta di questo succo alla lattuga l'ho trovata sul numero speciale Veg di Sale e Pepe, davvero delizioso!
I found the recipe of this juice  in the special issue of Sale e Pepe, vegan recipes, simply delightful!!


Per realizzare questo delizioso succo dovrete centrifugare:
6 mele Golden private dei semi
4 arance
2 limoni (con tutta la buccia, ma senza i semi)
un cespo di lattuga romana

Servitela con cubetti di ghiaccio e gustatevi questo pieno di vitamina C!

Pasta con pesto di 'nduja or Pasta with 'nduja pesto

Cucinato da Barbara
Altra squisita ricetta del mensile Sale e Pepe, vi consiglio di provarla quanto prima!
Another
delicious recipe from "Sale e Pepe" magazine, try it as soon as possible!



Per realizzare questa pasta con pesto di 'nduja per quattro persone vi occorreranno:
320g di pasta corta (ho scelto i rigatoni)
30g di 'nduja
50g di mandorle sbucciate
40g di pomodori secchi sott'olio
1 mazzetto di basilico
8 cucchiai di olio extravergine d'oliva e sale

Cominciate con il tritare al mixer le mandorle con i pomodorini sgocciolati dall'olio di conservazione. Aggiungete quindi la 'nduja privata della pelle ed un manciata di foglie di basilico, oltre all'olio.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e conditela con il pesto preparato.
Pronti in tavola!!

Barba di frate all'acciuga or Monk's beard with anchovies

Cucinato da Barbara
A Roma la barba di frate, anche chiamata agretti, si serve in modo molto semplice e diventa un contorno d'eccellenza! In Rome, the "monk's beard", also called agretti, it's served in a very simple way and becomes a side dish of excellence!


Per realizzare la barba di frate all'acciuga vi occorreranno:
due mazzetti di barba di frate
2-3 filetti di alici sott'olio
scorza di limone
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Cuocete la barba di frate in acqua salata per 3-4 minuti e sgocciolatela.
Sminuzzate le alici sott'olio e grattugiate la scorza di limone.
Mescolatela in una ciotolina con l'olio, sale e pepe e servite con questo condimento la barba di frate.

Veloce e gustosa, che aspettate a provarla?

Spezzatino di tacchino

Cucinato da Barbara
Un delizioso secondo piatto, anche economico, che si prepara in un batter d'occhio!

Per realizzarlo vi serviranno 800g di sopracoscia di tacchino spellata disossata privata dei tendini e tagliata a tocchetti, 1 cucchiaio colmo di capperi dissalati e tritati, 2 filetti d'acciughe dissalati e tritati, 1 scalogno, olio, 1/2 bicchiere di vino bianco secco


Ponete lo scalogno nell'olio e, quando diventerà semitrasparente, adagiarvi la dadolata di tacchino. Far ben rosolare da tutti i lati ed aggiungere i capperi e le acciughe tritate. Sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare l'alcool, poi coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fuoco basso per circa 20'. Assaggiare prima di aggiungere, eventualmente, una spolverata di sale!

Se non avete tempo di preparare la sopracoscia, potete utilizzare anche il petto di tacchino: il risultato sarà ugualmente buono, anche se un po' più asciutto!

Pan d'arance or Orange bread

Cucinato da Barbara
Ho visto la ricetta di questo incantevole dolce sul blog di Luisa e da subito me ne sono innamorata, l'ho preparato e le promesse sono state mantenute: profumatissimo, soffice e leggero, l'ideale sia per la colazione che per la merenda!

I saw the recipe for this delightful dessert on Luisa's blog and immediately I fell in love, I made it: fragrant, soft and light, ideal both for breakfast and for a snack!


Per realizzare venti piccoli Pan d'arance vi occorrerà:
una grande arancia non trattata
300g di farina 00
300g di zucchero semolato
3 uova
100g di latte intero
100g di olio di girasole o altro olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
Per la decorazione 200g di zucchero a velo con un po' d'acqua.

Cominciate con l'accendere il forno ventilato a 160°C e frullate una intera arancia, dopo averla tagliata a pezzi ed aver eliminato i semi. Aggiungete quindi in progressione le uova, il latte e l'olio, continuando a mixare. Unite anche la farina setacciata con il lievito, lo zucchero ed un pizzico di sale e continuate a frullare: il composto diventerà chiaro e spumoso.



Versatelo quindi a cucchiaiate nello stampo che avete scelto per la cottura (il mio era quello per plumcake in silicone) e mettete in forno, portando a cottura: nel mio caso sono bastati 30'.
Lasciate intiepidire il dolce e, se lo gradite, versate la glassa realizzata mescolando lo zucchero a velo con poca acqua. Pur essendo il dolce in se non eccessivamente dolce, avendo provato entrambe le versioni, personalmente li preferisco senza glassa.

Tortini cioccolato fondente cuore lampone per UnLampoNelCuore

Cucinato da Barbara
Con questa iniziativa, i food blogger che aderiscono a "UnLampoNelCuore" intendono far conoscere il progetto lamponi di pace e la Cooperativa Agricola Insieme, nata nel giugno del 2003 per favorire il ritorno a casa delle donne di Bratunac, dopo la deportazione successiva al massacro di Srebrenica, nel quale le truppe di Radko Mladic uccisero tutti i loro mariti e i loro figli maschi.


Per aiutare e sostenere il rientro nelle loro terre devastate dalla guerra civile, dopo circa dieci anni di permanenza nei campi profughi, è nato questo progetto, mirato a riattivare un sistema di microeconomia basato sul recupero dell'antica coltura dei lamponi e sull'organizzazione delle famiglie in piccole cooperative, al fine di ricostruire la trama di un tessuto sociale fondato sull'aiuto reciproco, sul mutuo sostegno e sulla collaborazione di tutti. A distanza di oltre dieci anni dall'inaugurazione del progetto, il sogno di questa cooperativa è diventato una realtà viva e vitale, capace di vita autonoma e simbolo concreto della trasformazione della parola "ritorno" nella scelta del "restare".
Potete trovare i prodotti della Cooperativa Agricola Insieme, nelle botteghe del territorio, cliccando sul link "dove ci trovi" e inserendo la città e la distanza, appariranno le botteghe più vicine.

Tortini di cioccolato fondente cuore di lampone
La preparazione originale, meglio nota con il nome "tortini dal cuore morbido", è opera dello chef tris-stellato Michel Bras e prevede due componenti distinte: una ganache al cioccolato congelato inserita in una pasta biscuit. Ovviamente c'è anche una versione semplificata, che produce un risultato simile, ma praticamente è una cottura parziale: si ottiene il tortino mi-cuit (semi cotto). La versione che vi propongo oggi, tratta dal libro Morbidi e cuori teneri di Paul Simon,  utilizza la tecnica originale, con un tocco... rosso lampone!



Per il morbido al cioccolato fondente vi occorreranno:
140 g di cioccolato fondente (70%)
110 g di burro
3 cucchiai di panna liquida
1 cucchiaio di farina
1 cucchiaio di maizena
50 g di zucchero bruno
2 uova

Per il cuore di lampone gli ingredienti necessari sono:
30 g di coulis di lamponi
30 g di cioccolato bianco
10 g di lamponi
2 cucchiai di panna liquida

Cominciamo con il realizzare il cuore di lampone, facendo sciogliere il cioccolato bianco e aggiungendo la panna liquida, il coulis e i lamponi spezzettati grossolanamente. Mettete il composto in uno stampo in silicone per semisfere e lasciate congelare per un’ora (io ho usato lo stampo in silicone).
Per la preparazione del morbido al cioccolato fondente si comincia con il mescolare le uova con lo zucchero bruno, sbattendole fino ad ottenere un composto bianco e spumoso; si aggiunge quindi la farina setacciata e la maizena, continuando a sbattere e si finisce con l'incorporare a questo composto il cioccolato fuso con il burro e la panna liquida.
Preriscaldate il forno a 200°C e disponete l'impasto in stampi di silicone a forma di semisfera (io ho usato uno stampo semisfera in silicone). Disponete in ognuna un cuore di lampone (2 semisfere) al centro premendo leggermente. Infornate e cuocete per 7-8 minuti. Sformate i tortini e serviteli.

Quenelle di sedano rapa al curry

Cucinato da Barbara
Ancora una deliziosa ricetta di Giovanni Rota pubblicata nel numero di febbraio della Cucina Italiana, sapori insoliti, ma decisamente gustosi!


Per realizzare queste delicate quenelle di sedano rapa al curry vi occorreranno:
670g di sedano rapa già pulito
400g di latte
350g di patate pelate
200g di panna fresca
50g di grana grattugiato più un po'
1 tuorlo
2 cucchiaini di curry mild
1 cucchiaio di erba cipollina a rondelle
burro
sale e pepe bianco

Cominciate con il tagliare a dadolata il sedano rapa e le patate e mettete in una casseruola con il latte e la panna, unite sale, pepe, curry e cuocete per circa 40 minuti.
Passate quindi le verdure cotte al passaverdura ed unitevi il grana, il tuorlo, l'erba cipollina e formate con il composto ottenuto delle quenelle, che andranno messe in una pirifola, condite con un po' di burro e spolverate con il grana e infornate a 200°C per 10' circa.

Pronti a tavola! 

Torta zebrata

Cucinato da Barbara
Ho provato varie ricette per questa torta, tutte erano esteticamente molto belle, ma peccavano nel gusto, fino a che non ho provato quella di Veronica Perin, da non perdere, è talmente buona!!!



Per realizzare la torta zebrata vi occorreranno:
300g di farina 00

140g di fecola di patate
150g di burro
1 bustina di lievito per torte
220g di zucchero
6 uova
un pizzico di sale
30g di cacao amaro in polvere
120ml di latte intero

Cominciate con il lavorare il burro con lo zucchero ed unite poi le uova, uno alla volta; aggiungete la farina setacciata con 100g di fecola, il sale ed il lievito e unite a filo il latte, continuando ad amalgamare.
Dividete il composto in due parti uguali, quindi aggiungete nell'una il cacao setacciato e nell'altra i 40g di fecola restante. Mescolate bene e verificate che i due composti abbiano uguale consistenza e densità. Versate 2-3 cucchiai di composto nello stampo - il mio è quello della Pavoni per Guglhupf - mettete sopra 2-3 cucchiai di composto scuro. Proseguite a realizzare gli strati sempre in questo modo e fino a esaurimento degli impasti. A questo punto infornate a 160 °C e fate cuocere per circa 60'. Lasciate raffreddare la torta prima di sformarla e servirla.







.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...