Panna cotta con gelatina di melograna

Cucinato da Barbara
 Se volete mettere qualcosa di rosso sulla tavola del vostro ultimo dell'anno, non esitate, scegliete questa deliziosa panna cotta, si può preparare con largo anticipo e conservare in frigo!


Ingredienti per 6 bicchierini
per la panna cotta: 2dl panna, 40g zucchero, 3g colla pesce, la buccia grattugiata di 1 limone
per la gelatina: 200ml succo melagrana, 40ml acqua, 40g zucchero, 3g colla pesce
Scaldare la panna con lo zucchero, aggiungere la buccia grattugiata del limone. Sciogliere la colla pesce precedentemente ammollata in acqua fredda nella panna. Versare la panna nei bicchierini e metterli in una bacinella con del ghiaccio perché la gelatina si solidifichi prima (per realizzare "l'onda" ho messo i bicchierini di sbieco appoggiati in un uno stampo per muffins).
Sciogliere la colla pesce precedentemente ammollata in acqua fredda in acqua bollente zuccherata, aggiungere il succo melagrana, inserire a strati alternando alla panna cotta.
La gelatina di melagrana si solidifica molto in fretta, quindi preparatela in due volte, in modo tale che l'ultimo strato sia ben liscio quando lo metterete sulla vostra panna cotta!
Ne approfitto per fare a tutti voi i miei migliori auguri per una bella fine d'anno ed un nuovo anno che soddisfi i vostri più grandi desideri!

Capesante al Sauris

Cucinato da Barbara

Per ogni commensale occorrerà un lungo rametto di rosmarino, 3 capesante, 2 pomodorini ciliegia, 3 fettine di speck di Sauris tagliato sottile, aglio in camicia, olio, vino bianco secco, farina di mais bianca (la polenta bianca deriva dalla cariosside del mais bianco, varietà maggiormente pregiata di mais e dal sapore più delicato, che meglio si accompagna ai piatti di pesce).

Se volete che le capesante siano un secondo piatto, anzichè un antipasto, aumentate il loro numero da 3 a 5 o 6 e conseguentemente aumentate il resto degli ingredienti!

Si comincia con il preparare la polenta: mettere a bollire l'acqua, salare e, ad ebollizione raggiunta aggiungere la farina di polenta. Cucinare per 40 minuti. Io ho utilizzato 100g di farina di mais bianco per 200g di acqua e mi è venuta abbastanza dura: voi aggiungete più acqua, la polenta che ne deriva dovrebbe risultare morbida!
Dopo aver aperto e pulito le capesante, ognuna di esse verrà avvolta nella fettina di speck di Sauris e poi infilzata, alternandola a mezzi pomodorini, sui rametti di rosmarino (a cui sono state tolte la maggior parte delle foglie), che per l'occasione diventerà un fantastico spiedino! Questi ultimi verranno quindi cotti in padella con l'aglio in camicia e poco olio, bagnandoli con poi con il vino bianco.


Disporre quindi la polentina morbida al centro del piatto, adagiarvi sopra lo spiedino, condire aggiungendo un cucchiaio del sugo di cottura e servire!

I biscotti di San Nicola

Cucinato da Barbara

The Gourmet Cookie Book, da cui è ispirata la ricetta, ha dichiarato questi biscotti come i migliori del dicembre 1971. Meglio conosciuti come Speculaas o Saint Nicholas Cookies, sono nati in Olanda secoli or sono, come dono agli dei, ai quali venivano offerti nei campi per garantirsi un buon raccolto.

In una ciotola setacciare 500g di farina, 1 bustina di lievito per dolci, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiano da the ciascuno di polvere di chiodi di garofano e di noce moscata, 1 cucchiaino di semi di anice macinati, sale, 1 cucchiaino di zenzero e 1/2 cucchiano di pepe bianco, entrambi ridotti in polvere.
Nella ciotola di un mixer elettrico mescolare 250g di burro ammorbidito con 250g di zucchero grezzo di canna, fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere 60 ml di latte (io ho messo 30ml di latte e 30ml di rum scuro) e, gradualmente, le farine precedentemente setacciate, fino a formare una palla con l'impasto.
Stenderlo su una superficie infarinata ad uno spessore di circa 1cm e mezzo e tagliare dei quadrati di quattro centimetri di lato.
Io avevo avevo questi splendidi tagliabiscotti  e quindi ho realizzato dei piccoli omini.
Cospargere i biscotti di mandorle trite e passarli in forno preriscaldato a 160°C per 7 minuti; abbassare la temperatura a 140°C e cuocerli ancora per 20-25 minuti fino a che saranno deliziosamente bruniti.
Auguri di buon onomastico a tutti i Nicola!

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...